Reati contro la famiglia e stalking

Come qualsiasi aggregato umano, anche la famiglia può diventare teatro di atti di natura delittuosa. L’evoluzione dei costumi, infatti, ha provocato un aumento esponenziale delle separazioni e dei divorzi e così, accanto alle procedure separative e divorzili (sia giudiziali che consensuali), molto spesso sorgono vicende che assumono rilevanza penale.

Molte sono le fattispecie che possono essere integrate dalla condotta violenta di uno dei membri della famiglia: i reati contro l’onore (ingiuria e diffamazione), contro la libertà morale (violenza privata e minaccia), contro la libertà fisica (sequestro di persona), contro la vita e l’incolumità (omicidio doloso, preterintenzionale e colposo, percosse e lesioni personali), contro la libertà sessuale (violenza sessuale).

Esistono, dunque, fattispecie di reato che possono essere integrate in qualunque tessuto sociale, familiare o meno, e altre che possono realizzarsi soltanto in quello familiare, ossia soltanto tra soggetti che abbiano tra loro una relazione di parentela, di coniugio o di convivenza.

In particolare, i reati previsti in questo ambito dal nostro codice penale si sostanziano nei delitti contro la famiglia stessa (maltrattamenti, abuso di mezzi di correzione, violazione degli obblighi di assistenza familiare), contro la morale familiare (incesto), ed i reati di omissione (abbandono di minori o di incapaci).

Se siete stati accusati o siete vittime di reati contro la famiglia lo Studio Legale Carignani saprà darvi tutta la necessaria assistenza.

Inoltre, nell’ultimo decennio, è stato messo in luce un altro preoccupante fenomeno causato dalla disgregazione delle famiglie e dalla rottura dei rapporti sentimentali: lo stalking. Il legislatore è stato costretto a intervenire con l’introduzione di una nuova fattispecie criminosa (art. 612 bis c.p.) che punisce colui che si rende responsabile di tutta una serie di comportamenti che si manifestano in persecuzioni e provocano uno stato di ansia e paura tali da compromettere il normale svolgimento della vita quotidiana da parte della vittima.

Se siete coinvolti in un procedimento per questi reati, avrete necessità di un Avvocato che conosca la disciplina del diritto penale di famiglia: lo Studio Legale Carignani potrà mettere a vostra disposizione l’esperienza acquisita per aiutarvi a risolvere il vostro problema al meglio, difendendo non solo i diritti degli accusati (ai quali può essere applicata una misura cautelare in grado di incidere pesantemente sulla loro vita) ma anche quelli della parte lesa.

Le accuse riguardanti i delitti contro la famiglia possono essere di varia gravità, ma possono avere effetti devastanti sulle vostre vite personali e familiari comportando, ad esempio, la sospensione dall’esercizio della responsabilità genitoriale e/o l’interdizione perpetua dagli uffici attinenti alla tutela e alla curatela. È fondamentale, dunque, che chiunque sia accusato di un delitto contro la famiglia o sia vittima di uno di questi gravi reati, comprenda l’estrema delicatezza della vicenda che lo coinvolge e si avvalga di un valido aiuto professionale per costruire una robusta difesa.

Se siete vittime di stalking o abusi familiari l’Avv. Natascia Carignani potrà assistervi nella richiesta di tutela all’autorità giudiziaria (richiesta di ammonizione all’autorità di pubblica sicurezza, predisposizione di querele ecc.) nonché mettervi in contatto con i servizi sociali e socio-assistenziali.

Se, invece, siete state accusati o peggio siete stati sottoposti a una misura cautelare per questi gravi reati lo Studio Legale Carignani attiverà tutti gli strumenti di tutela per risolvere il vostro problema.

Avvocato Natascia Carignani